Archive : Tag

I DATI PARLANO CHIARO SOLO A CHI LI ASCOLTA

POSTED ON July 14th, 2014  - POSTED IN Hospitality News

CESENATICO: METTIAMO IN CHIARO I DATI…

…perché i dati parlano chiaro solo a chi li ascolta.

 

È uscita in questi giorni un’analisi statistica basata sulle ricerche degli utenti del portale di prenotazione Prontohotel.it che indica “Cesenatico” in netta diminuzione nel numero (non comunicato in termini assoluti, ma solo percentuali) delle ricerche sul portale stesso, nonostante un sensibile incremento nelle ricerche legate alla Riviera Romagnola in generale.

Cesenatico risulta quindi in controtendenza, anzi nella peggiore controtendenza  (-12%), rispetto alle altre località turistiche romagnole.

Non abbiamo nessun motivo di dubitare dei dati di Prontohotel, ma abbiamo ampi motivi di rammaricarci dell’eco sproporzionato e dell’allarmismo da essi generato. Allarmismo che è ingiustificato proprio alla luce dell’analisi degli stessi dati.

Permettetici due considerazioni:

– I dati considerati, innanzitutto, riguardano il periodo pre-estivo e attendono di essere aggiornati al momento attuale;

– il portale Prontohotel è solo uno dei tanti portali di prenotazioni alberghiere e, come essi stessi specificano, i dati sono ricavati dal solo loro database. Non possono costituire un campione rappresentativo del vasto dato delle ricerche di destinazioni turistiche visto che, ripetiamo, Prontohotel è solo un attore, e nemmeno dei più grandi se pensiamo a giganti come Booking o Venere o HolidayCheck, e inoltre è un servizio specifico – un portale di prenotazioni alberghiere – e non, come abbiamo visto scritto in modo incauto su qualche organo di informazione,  un portale di ricerca in senso lato, come GOOGLE per intenderci.

La mancanza di contestualizzazione e una, anche involontaria, superficialità nell’analisi dei dati, e soprattutto della fonte dei dati, può costituire, come è avvenuto, una sirena di emergenza che, nella particolare congiuntura, trova eco e risonanza in altri momenti insperati e assume dimensioni ipertrofiche.

Per riportare alle giuste proporzioni questa notizia abbiamo effettuato anche noi un’analisi, utilizzando i dati di GOOGLE attraverso il servizio GOOGLE TRENDS.

Ecco quello che risulta a noi:

Abbiamo preso i dati aggregati sul periodo 1 gennaio 2008 – 13 luglio 2014 e calcolato la variazione percentuale, annua e complessiva, delle ricerche sulle parole “Cesenatico”  e “Cesenatico hotel“.  Abbiamo quindi effettuato la stessa ricerca per altre quattro parole, e cioè Rimini, Riccione, Cervia e Bellaria.

Bene, rispetto all’anno scorso, Cesenatico ha registrato un aumento di ricerche pari al 3.88% ed è tutt’altro che la maglia nera! In effetti è il secondo miglior risultato dietro alla performance migliore assoluta di Bellaria 5,71%. Riccione, ad esempio, che nei dati Prontohotel faceva un figurone, su Google mostra invece un valore negativo e si attesta su un poco lusinghiero -1.60%. 

E anche guardando il trend, cioè la tendenza su tutto il periodo preso in esame (1 gennaio 2008 – 13 luglio 2014), il dato a favore di Cesenatico e Bellaria rispetto a Cervia, Riccione e Rimini mostra un divario sensibilmente più elevato. Nei 5 anni e mezzo presi in esame, infatti, solo Bellaria mostra un perdita contenuta (ed è il risultato migliore!) attestata al -4.88%, Cesenatico perde un punto in più -5.82%, mentre Cervia e soprattutto Riccione e Rimini precipitano rispettivamente del -11.88%, del -18.76% e del -18.57%.

Alleghiamo qui, per rigore e per vostra comodità di stampa e consultazione, un pdf della ricerca: ANALISI DATI GOOGLE TRENDS SU LOCALITÀ TURISTICHE ROMAGNA-MARE.

Invitiamo tutti a concentrarsi sui dati solo quando hanno autorità e rappresentatività, e  a non farsi sviare e condizionare dalla manipolazione che purtroppo anche essi possono subire.

Buon proseguimento Estate 2014!