Archive : Tag

DECRETO LEGGE 83: I VANTAGGI DA COGLIERE

POSTED ON June 6th, 2014  - POSTED IN Hospitality News

LA DIGITALIZZAZIONE DEL SETTORE E I VANTAGGI ALLA PORTATA DELLA TUA ATTIVITÀ

 

D
al 1 giugno 2014 è entrato in vigore il DECRETO LEGGE 83, detto “ARTBONUS”, che prevede sconti di imposta per privati e aziende che aiutano il patrimonio artistico e culturale italiano, ma anche per la ristrutturazione e la digitalizzazione delle strutture ricettive in un ottica globale di rilancio del settore turistico.

Lo sconto di imposta di cui gli operatori dell’hospitality e del settore turistico potranno beneficiare è del 30% fino a un bonus massimo di ben 12.500 euro.

La chiave di accesso a questo sconto è nell’espressione “la digitalizzazione delle strutture ricettive in un ottica globale di rilancio del settore turistico”, perché può comprendere un’ampia gamma di servizi e prodotti legati più o meno strettamente al processo di digitalizzazione, di per sé concetto ampio, e quindi rendere ancora più vantaggiose le proposte YYKK.

 

Ecco l’estratto dal DL83 in cui vengono elencati gli aspetti della digitalizzazione del vostro business che costituiscono le opportunità più vantaggiose. 

Titolo II

MISURE URGENTI A SUPPORTO DELL’ACCESSIBILITÀ DEL SETTORE CULTURALE E TURISTICO

Art. 9

Disposizioni urgenti recanti introduzione di un credito d’imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi

1. Per sostenere la competitività del sistema turismo, favorendo la digitalizzazione del settore, per i periodi di imposta 2015, 2016 e 2017 agli esercizi ricettivi singoli o aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari, è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 30% dei costi sostenuti per investimenti e attività di sviluppo di cui al comma 2, fino all’importo massimo complessivo di 12.500 euro nei periodi di imposta sopra indicati, e comunque fino all’esaurimento dell’importo massimo di cui al comma 5 del presente articolo. Il credito d’imposta è ripartito in tre quote annuali di pari importo.

2. Il credito di imposta di cui al comma 1 è riconosciuto esclusivamente per spese relative a:

a) impianti wi-fi;

b) siti web ottimizzati per il sistema mobile;

c) programmi per la vendita diretta di servizi e pernottamenti e la distribuzione sui canali digitali, purché in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione fra servizi ricettivi ed extra-ricettivi;

d) spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;

e) servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;

f) strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;

g) servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente ai fini di quanto previsto dal presente comma.

Sono escluse dalle spese i costi relativi alla intermediazione commerciale.

3. Gli esercizi di cui al comma 1 possono accedere al credito d’imposta nel rispetto dei limiti di cui al regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione europea del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti «de minimis». Il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive, non rileva ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 917 del 1986 ed e’ utilizzabile esclusivamente in compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni, presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, pena lo scarto dell’operazione di versamento, secondo modalita’ e termini definiti con provvedimento del Direttore della medesima Agenzia.

 

Scarica il testo integrale del decreto legge 83/2014 [pdf].

Chiamaci subito per conoscere i vantaggi per te e la tua attività legati al DL83/2014: 0547.81983 oppure scrivi a

 info@yykk.com